Azouz Marzouk in tribunale a Como chiede copia degli atti sulla strage

Azouz in tribunale

Era da anni che non faceva ritorno in quel palazzo di giustizia dove tutto era iniziato, quando ancora era al fianco dell’accusa per chiedere la condanna all’ergastolo di Rosa Bazzi e Olindo Romano. Pena che arrivò, confermata anche in Appello e poi di fronte ai giudici della Cassazione. Già a Milano, tuttavia, Azouz Marzouk (padre di Youssef e marito di Raffaella Castagna) aveva cambiato idea, iniziando a prospettare una presunta innocenza per i coniugi Romano. Convinzione che con il passare del tempo si è sempre più radicata, fino ad essere ormai sovrapposta a quella della difesa di Rosa e Olindo.

Oggi, dicevamo, dopo tanti anni Azouz è tornato in Tribunale a Como accompagnato dai suoi legali. Ha raggiunto il quinto piano del palazzo di giustizia e ha chiesto copia del fascicolo dell’indagine sulla strage di Erba. È arrivato alla mattina, poi vi ha fatto ritorno alle 12.30 per ritirare le carte e allontanarsi di nuovo. Una presenza che ovviamente non è passata inosservata. Nessuna risposta “ufficiale”, da parte del tunisino, sul perché della visita.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.