Baby Pit Stop: da Unicef il certificato per gli uffici di via Italia Libera

0Pitstop2Si potranno allattare e cambiare i bimbi

E’ stato consegnato questa mattina al vicesindaco Silvia Magni, assessore alle Politiche Educative del Comune di Como, il certificato di Baby Pit Stop riconosciuto da Unicef all’ufficio Nidi di via Italia Libera. Il Baby Pit Stop è un’area allestita all’interno di una struttura o di un esercizio o spazio pubblico, dove è possibile fermarsi al momento della poppata o per il cambio del pannolino:

una mini area dove la mamma che allatta è la benvenuta e dove sono garantiti accoglienza, riserbo e discrezione. Il baby pit stop, identificabile grazie ad un’apposita vetrofania, è un servizio gratuito. “Siamo molto felici di aver ricevuto dal Comune la richiesta di aderire a questo progetto – spiega Antonella Colombo del Comitato provinciale di Como per l’Unicef – Ci auguriamo che questa iniziativa, grazie alla visibilità che offre l’ente pubblico, possa stimolare l’interesse di altri soggetti per rendere la nostra città sempre più a misura di bambino e di mamma”. “E’ significativo che l’inaugurazione di quest’area sia avvenuta in occasione della Settimana dell’infanzia e dell’adolescenza – sottolinea il vicesindaco – ed è in linea con quanto previsto dalla Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza rispetto all’allattamento materno. Allattare al seno è un gesto semplice e naturale che tutte le mamme dovrebbero poter fare ovunque”. Lo scorso marzo era stto inaugurato il primo Baby Pit Stop della città di Como nel bar ristorante Centodieci in Via Valleggio 16.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.