Baby spacciatore al Pessina. In classe con la dose negli slip

alt

Caso inquietante – Tra i libri e il materiale scolastico, anche un bilancino di precisione
Arrestato e condotto al Beccaria un 17enne dell’istituto comasco

Qualche dose, pronta per essere venduta, l’aveva portata a scuola, nascosta negli slip. Gli agenti dell’antidroga della Questura di Como, arrivati al Pessina per un’operazione di prevenzione contro il consumo di stupefacenti, non si sono fatti ingannare. Smascherato, il baby spacciatore, 17 anni, comasco, dalla sua classe nell’istituto di via Milano è stato trasferito al Beccaria di Milano.
L’operazione è stata portata a termine dai poliziotti venerdì mattina. Durante il normale orario

di lezione, gli agenti della sezione antidroga della questura di Como sono arrivati all’istituto Pessina per un servizio di prevenzione e repressione dello spaccio di droga. Un’attività che le forze dell’ordine svolgono regolarmente, con l’obiettivo di arginare la piaga del consumo di stupefacenti tra i giovanissimi.
Nell’ambito dell’intervento, in una delle classi, l’atteggiamento di uno dei ragazzi ha attirato l’attenzione dei poliziotti, esperti nell’individuare eventuali situazioni sospette. Il giovane in questione, un 17enne del territorio, è stato dunque invitato a seguire gli agenti per un controllo più accurato.
La perquisizione ha permesso ai poliziotti di scoprire, negli slip del ragazzo, un borsellino nel quale il giovanissimo aveva sistemato alcune dosi di marijuana, già confezionate e pronte ad essere vendute. Tra i libri e il materiale scolastico, in classe il 17enne aveva portato anche un bilancino di precisione, utile per la preparazione delle dosi di droga.
Alla luce dell’esito della perquisizione, gli agenti hanno ottenuto la possibilità di procedere anche con una perquisizione a casa del ragazzo. Nell’appartamento in cui il giovanissimo vive con la famiglia, i poliziotti hanno trovato 164 grammi di marijuana, illegalmente detenuti e subito sequestrati.
Il ragazzo è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Come disposto dalla Procura di Como, il 17enne è stato subito trasferito nel centro di prima accoglienza per minorenni Beccaria di Milano, in attesa delle prossime decisioni dell’autorità giudiziaria. Sconcerto a scuola, tra i docenti e i compagni del ragazzo, che frequentava da tempo il Pessina. L’indagine delle forze dell’ordine prosegue per individuare eventuali ulteriori complici del baby-spacciatore e soprattutto per capire chi forniva la droga al giovanissimo perché la spacciasse tra i coetanei.

Anna Campaniello

Nella foto:
Gli agenti antidroga della Questura di Como sono arrivati al Pessina per un’operazione di prevenzione contro il consumo di stupefacenti e hanno smascherato il giovanissimo spacciatore

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.