«Bagni fuori uso e aule inagibili». Nuova denuncia sulle scuole di Como

Scuola via Varesina

Disagi anche per i bambini della scuola dell’infanzia di via Varesina, a pochi passi dalla piazza di Camerlata.
Si susseguono in queste ore le segnalazioni dei genitori dei piccoli che frequentano le strutture della città di Como. Dopo il caso dell’asilo di via Palma sollevato venerdì a causa dei bagni non funzionanti, arrivano infatti nuovi appelli.
«Anche nella scuola dell’infanzia di via Varesina abbiamo lo stesso problema. Qui funzionano due bagni su cinque e questa situazione si protrae dal mese di novembre – dicono alcuni genitori indignati – C’è inoltre un’aula polifunzionale inattiva da oltre un anno a causa dei problemi riscontrati sul soffitto. Abbiamo segnalato e sollecitato il Comune, senza ottenere risultati. Sono venuti a fare diversi sopralluoghi, ma i lavori non sono mai iniziati».
«I bambini a volte sono costretti a salire le scale da soli per raggiungere gli unici bagni funzionanti che si trovano al piano superiore – proseguono i genitori nel loro racconto – Ci sono due maestre ogni trenta bambini e non possono stare dietro a tutti. Come papà e mamme ci siamo offerti volontari più volte per imbiancare le aule, acquistando il materiale a nostre spese, ma non ci è mai stata data l’autorizzazione per proseguire».
A rispondere ai genitori dei piccoli è l’assessore ai Lavori pubblici, Vincenzo Bella.
«È una questione di cui si stanno occupando i dirigenti e gli uffici comunali – dice Bella – In questo momento c’è grande attenzione sulle scuole di Como e si può vedere dai numerosi interventi che si stanno realizzando. Non c’è la volontà di non sistemare i guasti alla scuola dell’Infanzia di via Varesina, probabilmente sono sopraggiunti dei problemi che non hanno permesso di intervenire subito. Vedremo comunque di fare tutto il possibile per agire in breve tempo».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.