Bancali spariti alla Spumador, condannato in Appello

Palazzo di giustizia

In Tribunale a Como, nel giudizio di primo grado, era stato assolto.
I giudici dell’Appello di Milano hanno però ribaltato la decisione, condannando un 62enne a un anno di reclusione con la pena sospesa.
L’uomo era accusato – in concorso con altri due complici che avevano già deciso da tempo di patteggiare la pena – di aver sottratto alla Spumador Spa di Cadorago bancali in legno per un valore non inferiore a 40mila euro.
I fatti risalgono al periodo compreso tra il dicembre 2013 e il gennaio 2014.
Il 62enne a processo, al tempo cui si riferiscono le accuse, era un dipendente della Spumador.

Secondo la Procura di Como – pubblico ministero Mariano Fadda – con altri due complici, tra cui un collega e un dipendente di una società di trasporti che avrebbe dovuto riconsegnare i bancali al termine dei viaggi eseguiti, avrebbe simulato una restituzione in realtà mai avvenuta. Per realizzare l’intento – aveva sostenuto il pm in indagine – serviva tuttavia la compiacenza di uomini interni al magazzino della Spumador. Due furono quelli individuati, uno che scelse di patteggiare la pena e l’altro che andò a giudizio venendo poi assolto. La decisione è stata però impugnata di fronte ai giudici di Milano che hanno ribaltato la sentenza, le cui motivazioni non sono ancora state rese note.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.