Banche: Abi, prolungare di 12 mesi garanzie Gacs sui crediti

Lettera associazione a istituzioni italiane

(ANSA) – ROMA, 23 MAR – Il Presidente dell’Abi Antonio Patuelli e il Direttore Generale, Giovanni Sabatini, hanno inviato oggi una lettera alle istituzioni italiane per chiedere di prolungare per altri 12 mesi le garanzie pubbliche sulla cessione dei crediti deteriorati (Gacs), misura che scadrà a maggio. Nella lettera l’Abi sottolinea come "tale strumento finanziario si sia rilevato utilissimo per ridurre il peso dei crediti deteriorati nei bilanci delle banche e liberare risorse per poter erogare nuovo credito. A tal fine sarebbe opportuno estendere la misura anche ai portafogli di crediti classificati come inadempienze probabili". Nella missiva inviata alle istituzioni italiane l’Abi chiede quindi un "intervento urgente" con un Decreto Ministeriale, come previsto dalla legge, "per estendere di ulteriori dodici mesi l’operatività delle Gacs che scadranno a maggio. L’associazione sottolinea infatti come la misura servirebbe "per dare prospettive ulteriori alle banche al fine di ridurre i crediti deteriorati e dare anche un importante segnale ai mercati nell’attuale eccezionale situazione". "Le banche hanno bisogno di certezza per poter programmare le operazioni e continuare, senza interruzioni, il proficuo processo in atto di riduzione dello stock di crediti deteriorati con evidenti risvolti positivi anche per l’economia del Paese" affermano. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.