Bar e ristoranti di Como: via libera all’ampliamento dei dehors

Tavolini in piazza De Gasperi

Ieri la giunta di Como ha varato una serie di delibere per sostenere le attività commerciali su indicazioni dell’assessore Marco Butti. Dopo che è stata definita per queste categorie l’esenzione della tassa di occupazione suolo pubblico per tutti i giorni persi per effetto della pandemia, sono stati definiti alcuni punti in vista della fase 2

“Per ristoranti e bar – spiega Butti – via libera alla possibilità di ampliare l’area di dehors, compatibilmente con la disponibilità e le caratteristiche dell’area da occupare. L’ampliamento, come deciso anche da altri capoluoghi, è consentito nel rispetto delle normative in materia di sicurezza, dovrà sempre essere garantita l’accessibilità e l’operatività dei mezzi di soccorso, e non dovrà essere da impedimento alla circolazione pedonale e ciclabile. Il tutto con procedure snelle ed esenzione della tassa di occupazione suolo. L’auspicio è che molti possano riaprire anche le norme Inail non vanno certo nella direzione di semplificare ed aiutare questa categoria a ripartire”.

Gli ambulanti del mercato mercerie non rientrano invece tra i beneficiari delle misure del Decreto Rilancio. “Per loro abbiamo assunto l’impegno di coinvolgere Anci e le forze politiche perché questa disparità presente nel decreto venga meno – aggiunge Butti – Se non dovesse accadere interverremo noi come Amministrazione Comunale. In un clima di grande collaborazione con le associazioni di categoria ci siamo confrontati su due possibili soluzioni per la riapertura del mercato nel pieno rispetto delle disposizioni che arrivano da Regione Lombardia. Lavoreremo intensamente nelle prossime ore e nei prossimi giorni” conclude l’assessore.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.