Borsa: Europa contrastata con indici Pmi a più velocità

Giù petroliferi col greggio

(ANSA) – MILANO, 19 FEB – Contrastate le principali Borse europee, mentre gli indici Pmi dei direttori degli acquisiti dell’Eurozona sono in rialzo a febbraio per il manifatturiero e in calo per i servizi, con il composito in rialzo oltre le attese. I Paesi intanto lavorano per contrastare la pandemia da Covid 19. La migliore è Parigi (+0,4%), dove sale il Pmi manifatturiero più delle attese, ma al contrario quello dei servizi, così come a Francoforte (+0,3%), dove però il composito è in rialzo più del previsto, al contrario di quello francese, mentre è in calo Madrid (-0,2%) e piatta Londra (+0,04%). Incerta Milano (-0,02%), con lo spread stabile poco sopra 97 punti. L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, è quasi piatto (+0,08%), sotto pressione con energia e salute. Tra i petroliferi la peggio va a Eni (-1,5%) dopo i conti e a Bp (-1,1%), col greggio in calo (wti -1,9%) a 59,3 dollari al barile col riavvio della produzione in Texas, che ha influenzato già i listini asiatici. Tra i farmaceutici pesanti soprattutto AstraZeneca (-1,3%) e Glaxo (-0,8%). Male le auto, in particolare Renault (-3,2%) con i conti, mentre salgono Volkswagen (-1,3%) e Porsche Holding, il giorno successivo (+2,1%) al ritorno di ipotesi della possibile quotazione di Porsche Ag. Tra i semiconduttori volano Be (+3,6%) e Asm (+2,2%), col comparto già forte in Asia. Nell’industria forti e beni strumentali, con Leonardo che batte tutti (+7,9%) con ipotesi di stampa di un ritorno a Wall Street della controllata Drs, e forti guadagni per Rolls-Royce (+3%). Banche in ordine sparso, con guadagni ad esempio per Commerzbank (+2%) e cali soprattutto in Nordeuropa. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.