Borsa: Europa debole, Milano peggiora con Stellantis e Nexi

Ok Mediobanca

(ANSA) – MILANO, 17 FEB – Piazza Affari amplia i ribassi in una seduta negativa per tutte le Borse europee, appesantite da una serie di trimestrali deludenti, come quelle di Kering e Bat, e con gli investitori che monitorano attentamente l’andamento dei titoli di Stato, a partire dai Treasury, dopo il calo repentino dei rendimenti dei sotto quota 1,3%. Milano cede lo 0,7%, al pari di Francoforte, Londra lo 0,3% e Parigi lo 0,1%. Lo spread Btp-Bund resta ancorato a 92 punti base, con il rendimento del Btp decennale allo 0,57%, nel giorno della fiducia al governo di Mario Draghi, nel cui discorso al Senato l’ex presidente della Bce ha ribadito l’irreversibilità dell’euro e previsto l’approdo a un bilancio comune della Ue. A Piazza Affari soffrono Nexi (-3,5%), reduce dal collocamento di un bond convertibile da un miliardo, e Stellantis (-2,2%) che paga i brutti dati sulle immatricolazioni in Europa. Male anche Inwit (-2,1%), Cnh Industrial (-2%), Amplifon (-1,9%), Exor (-1,8%), Ferrari (-1,1%), Atlantia (-1%), Unicredit (-0,9%) e Generali (-0,8%). In controtendenza Mediobanca (+1,4%), unico segno più tra i bancari, ed Eni (+1%), in scia al greggio. Fuori dal Ftse Mib corre Risanamento (+9,2%) con l’accordo per l’Arena delle Olimpiadi invernali a Santa Giulia e Bialetti (+12%) mentre soffre Saras (-3,7%). (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.