Branzi protagonista con Lithos

alt Design è arte

Ieri alla galleria Antonia Jannone in corso Garibaldi 25 a Milano si è aperta una importante mostra a cura della Lithos Edizioni di Como che presenta “Filastrocche” di Andrea Branzi. In scena opere del noto designer realizzate nell’atelier del laboratorio lariano curato da Alfredo Taroni. La mostra che proseguirà fino al 1° marzo (la galleria è aperta dal martedì al

sabato dalle 15.30 alle 19.30 e la mattina su appuntamento) si concentra su nuove esperienze di scrittura di testi teorici, collages e poesie componibili o allo specchio.
Da non mancare “Dieci modesti consigli per una nuova Carta di Atene”, un’opera stampata su un rotolo di carta della lunghezza di sei metri, curata da Lithos Edizioni di Como, in sei esemplari unici ripresi a mano dall’artista che, con il contributo della giovane architetto Angela Rui, ci offre una fenomenale riflessione sull’architettura e l’urbanistica nell’era della globalizzazione. “Nel regno dei viventi. Filastrocche” è invece un’opera costituita da dodici cartelle complete di superficie specchiante che contengono delle poesie leggibili appunto solo allo specchio, inserite in elementi grafici che l’artista ha ritoccato con colori a mano.

Nella foto:
Uno scorcio della mostra di Branzi alla galleria Antonia Jannone in corso Garibaldi 25 a Milano, a cura della Lithos di Como

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.