Campione d’Italia, slitta di altre 48 ore la decisione del Tar

L'arco di ingresso a Campione d'Italia

Slitta ancora di un paio di giorni la decisione del Tribunale Amministrativo della Lombardia (Tar) sulla richiesta di sospensiva della delibera di riduzione della pianta organica del Comune di Campione d’Italia. Com’è noto, alla fine dello scorso mese di giugno la giunta allora presieduta dal sindaco Roberto Salmoiraghi, aveva dichiarato lo stato di dissesto del Comune. Qualche settimana dopo era stato quindi necessario – è un adempimento di legge – procedere alla revisione della pianta organica, ridotta da 102 a 16 i dipendenti. Gli effetti di questa decisione entrano in vigore proprio oggi. Contro la delibera, di cui chiedeva l’annullamento, il sindacato aveva presentato ricorso al Tar della Lombardia. I giudici hanno fissato la discussione sulla sospensiva per la giornata di venerdì scorso, quando era atteso anche il loro pronunciamento. Tuttavia, i magistrati del Tar non hanno fatto conoscere né venerdì né ieri il verdetto. Secondo fonti sindacali, la sentenza sulla richiesta di sospensiva arriverà domani. Per i 99 dipendenti del Comune (tre di loro, nel frattempo, si sono licenziati per accedere all’indennità di disoccupazione in Svizzera) l’attesa si è così allungata di altre 48 ore.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.