Campo Coni, nuovi problemi. Scarichi bloccati e spogliatoi allagati

Campo Coni spogliatoi allagati

Scarichi intasati e spogliatoi allagati. Nuovi disagi per gli atleti che si allenano al campo Coni di Muggiò, riaperto solo l’ottobre scorso dopo la lunga chiusura per il rifacimento della pista, che si è protratta per oltre un anno. Già da alcuni giorni, i servizi e gli spogliatoi maschili sono inutilizzabili perché, probabilmente a causa degli scarichi bloccati, i bagni, le docce e anche gli spazi per cambiarsi sono allagati. Il pavimento è invaso dall’acqua e dai liquami degli scarichi fognari e per gli atleti diventa pressoché impossibile accedere agli spazi prima e dopo gli allenamenti. Un problema riscontrato già da alcuni giorni, che sta creando difficoltà alle persone che utilizzano la struttura sportiva. Le società sportive che abitualmente si allenano al campo Coni hanno già segnalato la situazione agli uffici competenti del Comune di Como, che avrebbe assicurato un intervento in tempi brevi per risolvere la situazione e ripristinare servizi e spogliatoi. E in effetti ieri in serata gli addetti del Comune sono intervenuti. Va ricordato che il campo Coni è stato al centro di infinite discussioni per i recenti lavori di rifacimento della pista d’atletica. Un cantiere che doveva inizialmente chiudersi entro la fine del 2017 ma che poi, per un susseguirsi di ritardi, ha portato all’inaugurazione del nuovo campo solo nel mese di ottobre del 2018, dopo un impegno economico del Comune di Como di 400mila euro. Rifatte pista di atletica, pedane per i salti e i lanci. E adesso questi nuovi problemi per una struttura sportiva che sembra non avere mai un attimo di pace.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.