Cantieri e deviazioni: ancora caos e traffico in tilt in città

Como dall'alto e primo bacino (foto panoramica)

Ennesima giornata di code, clacson impazziti e disagi per gli automobilisti comaschi. Traffico e rallentamenti si sono concentrati soprattutto tra le vie Bellinzona, Borgovico e per Cernobbio, con auto e numerosi mezzi pesanti incolonnati.
E chi si è ritrovato fermo in coda ha protestato anche perché si è arrivati a dover passare più di mezz’ora chiusi in auto per andare da Cernobbio a Villa Olmo. Una situazione che a molti ha fatto subito venire in mente i lavori in corso sulla A9.
La stessa società Autostrade per l’Italia aveva comunicato nelle scorse ore che dalle 8 di ieri mattina (e fino alla mezzanotte di venerdì 10 settembre), per l’esecuzione di lavori di competenza del Comune di Como, era stato necessario chiudere lo svincolo di Ponte Chiasso, in entrata verso Como/Lainate.
Il consiglio era dunque di entrare allo svincolo di Lago di Como. Questa dunque potrebbe essere una motivazione che potrebbe aver spinto molti camion e tir sulla viabilità ordinaria seguendo i percorsi alternativi predisposti da tempo.
I cartelli che indicano le deviazioni – vale la pena ricordarlo – sono presenti perché il cantiere sulla A9, per l’ammodernamento e consolidamento delle gallerie, prevede una serie di chiusure notturne al traffico.
Il caos di oggi si somma però ad altre giornate calde sul fronte viabilistico e gli automobilisti comaschi temono che il peggio debba ancora arrivare con l’avvio dell’anno scolastico e l’avvento di nuovi cantieri. In tal senso vanno anche considerati i lavori per realizzare la rotatoria definitiva in piazza San Rocco che interesseranno anche la sede stradale e partiranno a breve. Come detto, ieri, la situazione peggiore è stata segnalata sull’asse Cernobbio-Como e c’è ovviamente chi teme che dalla prossima settimana – con gli spostamenti degli alunni – la situazione possa solo peggiorare. Molto trafficata ieri mattina anche via Regina Teodolinda. Passa infatti attraverso questa strada uno dei percorsi alternativi previsti in uscita dall’autostrada per i mezzi pesanti.
E in effetti erano molti i camion che si sono riversati su questa arteria secondaria utilizzata per uscire dalla città.
Una concomitanza di cantieri e interventi sulle strade dunque che preoccupa in vista di lunedì prossimo quando suonerà la prima campanella del nuovo anno scolastico e sulle strade della convalle ci saranno sicuramente molti più mezzi rispetto a questi giorni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.