“Proposte”, tra gli espositori grande voglia di ripartire

Proposte

Dopo quasi due anni di stop forzato a causa dell’emergenza Covid, a Villa Erba di Cernobbio torna in questi giorni “Proposte”, la fiera del tessuto d’arredamento e del tendaggio. Un’edizione, la numero 28, molto attesa per il settore, a cui partecipano 60 espositori: 27 italiani (tra questi anche molti nomi comaschi) e 33 stranieri.
Fino a domani tra i padiglioni vengono proposte le ultime novità, ma anche gli evergreen: si scelgono tessuti e disegni. Inoltre, in linea con i nuovi trend e con le richieste del mercato, sono presenti articoli innovativi ottenuti con processi industriali e materiali sostenibili.
Ieri l’apertura ufficiale della rassegna, con grandi speranze da parte degli operatori. Il presidente di Proposte, Piercarlo Viganò, al tg di Espansione Tv ha fatto il punto della situazione: «L’anno è mezzo di Covid ha sicuramente influito in maniera negativa per noi, come del resto per tutta l’economia. L’inizio è stato molto pesante e non conoscevamo quello che sarebbe stato il nostro destino. C’era davvero estrema incertezza. Abbiamo avuto grosse cadute, ma c’è stata anche un forte ripresa. Le persone, infatti, hanno cominciato a rimanere sempre di più nelle loro abitazioni e hanno cominciato a fare cambiamenti, risistemazioni, modifiche e abbellimenti per vere attorno a loro qualcosa di bello, piacevole e confortevole».
«La situazione – aggiunge Viganò – per questo motivo per noi non è stata tremenda come per altri settori, dove gli ordini sono finiti a zero. Gli eventi in presenza rimangono sempre difficili, considerata la situazione, ma con l’avvento del Green pass c’è stata comunque una riapertura».
Le aspettative rimangono sempre importanti: «L’auspicio è che sia una buona fiera, che al di là degli ordini crei ottimismo sul mercato e che ripaghi gli espositori che hanno avuto fiducia in questa edizione di Proposte. Nel 2021, non casualmente, abbiamo scelto di organizzare l’evento in contemporanea con il Salone del Mobile, sia per una esigenza di Villa Erba, sia per intercettare anche gli ospiti dell’evento in corso a Milano, che possono essere interessati a tendaggi e tessuti d’arredamento».
«Questo è il momento in cui si ricomincia – conclude il presidente di Proposte – Questa edizione non passerà alla storia come la più grande e frequentata, ma come la più importante, perché offre un segnale di ripartenza, quello che aspettavano sia gli espositori sia i clienti. Si tratta di un ritorno verso la normalità: il naufragio che era stato paventato da qualche “Cassandra” non c’è stato e non ci sarà».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.