Cermenate dedica un monumento a Gino Bartali

Incidente GIno Bartali

Cermenate rende onore al grande Gino Bartali con una cerimonia programmata per il prossimo 9 ottobre, giorno del Giro di Lombardia.
Il paese della Brianza – che ha chiesto agli organizzatori di Rcs Sport di far passare dal paese la “classica” che partirà da Como – ricorderà con un monumento un momento particolare della vita del mitico ciclista toscano.
Proprio a Cermenate, infatti, Bartali rischiò anche di perdere la vita in un incidente automobilistico all’incrocio tra Cantù e Cermenate sulla Statale dei Giovi: era l’autunno del 1953. In viaggio verso Lugano, la Lancia Aurelia di Bartali venne centrata da una vettura che non rispettò uno stop: il campione fu sbalzato fuori dall’auto e ricoverato prima all’ospedale di Cantù poi a Milano. Per lui due vertebre fratturate, ematomi, escoriazioni e una emorragia intestinale. Ma se la cavò.
Con coordinamento del consigliere comunale Giovanni Marcato, il monumento sarà posto proprio sul luogo dove si registrò l’incidente.
Ovviamente, al di là di questo episodio, Cermenate vorrà riservare soprattutto un tributo al campione (che tra l’altro era molto devoto alla Madonna del Ghisallo) e al “Giusto tra le Nazioni” (titolo attributo anche al comasco Giorgio Perlasca).
Oltre alle sue innumerevoli vittorie, Bartali viene infatti ricordato per aver salvato la vita di centinaia di ebrei nascondendo documenti falsi nella sua bicicletta durante la Seconda Guerra Mondiale.
Alla cerimonia di Cermenate, per questo motivo, oltre ai congiunti del ciclista scomparso sono stati invitati anche esponenti della comunità ebraica di Milano.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.