Cantù in caduta libera: sesto stop consecutivo e ultimo posto in classifica

Udanoh Cantù Brescia

Torino, Pistoia, Reggio Emilia, Trento e Cantù. Sono le cinque squadre che occupano l’ultimo posto nella classifica della serie A di basket. Per i brianzoli domenica è giunta la sesta sconfitta consecutiva, sul campo di Brescia. La Germani si è imposta per 81-63.  Ai brianzoli non è bastata la solita “doppia doppia” di capitan Udanoh, a referto con 11 punti e 10 rimbalzi; stesso discorso per  i 16 punti di Jefferson. Per quest’ultimo, top scorer in casa canturina, anche 9 rimbalzi catturati.

«La squadra ha lavorato molto in settimana per prepararsi all’attacco di Brescia. Abbiamo preparato diversi schemi difensivi che, però, non sono stati messi in pratica – ha detto alla fine coach Evgeny Pashutin – Non siamo stati mentalmente pronti a combattere per tutta la partita. Questa è sicuramente una mia responsabilità ma la difesa in campo è stata davvero pessima. Onestamente credo che in questo momento la squadra non abbia la giusta mentalità per stare concentrata, sia in difesa che in attacco, per tutti i quaranta minuti. Non è sufficiente giocare per due quarti, anche perché poi permetti agli avversari di prendere fiducia ed è difficile batterli. Così è stato. Ci sono state troppe palle perse che non ci hanno permesso di recuperare. Spesso abbiamo avuto anche poca pazienza, tirando senza pensare e prendendo decisione sbagliate. Dovevamo essere più intelligenti nel controllare la partita, mettendo in campo una buona difesa. Abbiamo concesso troppi tiri e questo ha dato fiducia a Brescia che ha continuato a portare avanti il proprio gioco».

Nel prossimo turno, il 23 dicembre alle 20.45, Cantù attende a Desio la Reyer Venezia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.