Cantù, sospiro di sollievo dopo la vittoria con Trento:  «Siamo sulla giusta strada»
Cronaca

Cantù, sospiro di sollievo dopo la vittoria con Trento: «Siamo sulla giusta strada»

L’eliminazione dalla Fiba Champions League ad opera di Anversa; lo stop di Avellino alla prima giornata. Una partita con Trento iniziata male poi il lieto fine. Al PalaDesio Cantù ha conquistato la sua prima vittoria della stagione 2018-2019 nel campionato di serie A.
I brianzoli sono stati trascinati dal talento di Tony Mitchell, a referto con 17 punti, 6 rimbalzi e 3 assist. Ottima prova anche del capitano Ike Udanoh, con 13 punti, 13 rimbalzi, 8 assist e 5 recuperi.
La bella affermazione di Cantù nel posticipo della seconda giornata di campionato ha visto anche l’ottimo esordio di Davon Jefferson, l’ultimo acquisto della Red October è autore di 16 punti e 5 rimbalzi catturati.
Nel prossimo turno, sabato alle 20.30, Cantù sarà ospite di Cremona, contro la formazione allenata da Romeo Sacchetti che ha avuto il merito di battere all’esordio Trento in trasferta e poi Avellino in casa. Avversario da prendere con le molle.
«Abbiamo vinto solo una partita, non dobbiamo festeggiare troppo. Guardiamo già alla prossima. Siamo però sulla strada giusta, questo sì – dice Evgeny Pashutin, allenatore di Cantù – Sono contento perché in difesa siamo stati sicuramente migliori rispetto alle altre partite giocate. I ragazzi si sono sacrificati molto per i compagni».
«Ci sono però ancora cose che vanno sistemate e su cui dovremo lavorare. Tanti i tiri arrivati troppo presto, senza gestire bene il cronometro e tante, troppe, le palle perse» ha concluso il coach russo.
Non nasconde la sua soddisfazione per la prima vittoria stagionale il capitano dei brianzoli Ike Udanoh: «Con Trento abbiamo fatto il massimo per vincere; siamo stati più duri rispetto ai preliminari di Champions con Anversa e questo è un miglioramento importante – ha dichiarato – È stata questa la chiave per conquistare il successo». Una gara che era iniziata male, con Trento partita bene. Poi i brianzoli hanno avuto il merito di riportarla sui binari dell’equilibrio per poi dare la stoccata finale: «Può capitare di andare sotto – ammette il capitano – ma l’importante è rimanere concentrati e correre di più, proprio quello che abbiamo fatto, lottando, senza mollare e senza scomporci quando i nostri avversari erano in vantaggio».
Lo stesso Udanoh è stato uno dei migliori giocatori del secondo turno ed è stato eletto come miglior cestista di giornata tramite un sondaggio social da parte di Legabasket. «Ho cercato di aiutare la squadra a vincere, ma non guardo alla mia prestazione – conclude – L’importante è che Cantù abbia conquistato il successo in una sfida molto difficile, come lo saranno tutte da qui alla fine».

16 ottobre 2018

Info Autore

Massimo Moscardi

mmoscardi mmoscardi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto