Case vacanza sul lago: affitti dimezzati dall’emergenza

Lago di Como

Case vacanza sul lago di Como, l’emergenza Covid ha abbattuto i prezzi. Sul mercato delle locazioni estive per un bilocale con 4 posti letto, prima dell’emergenza sanitaria, si registravano canoni di 4mila euro al mese: al momento sono scesi a 2mila euro. È quanto emerge dall’analisi sui laghi d’Italia condotta dall’Ufficio Studi Tecnocasa. Nel secondo semestre del 2019, si registravano richieste di case vacanza e ad uso investimento, sia di acquirenti italiani sia stranieri, questi ultimi in particolare sempre più attratti dalle bellezze naturali e architettoniche del Belpaese. Il turismo in crescita ha spinto anche tanti investitori ad acquistare immobili per creare B&B.
Poi è arrivato il Covid-19, che ha bloccato tutto. Nel periodo del lockdown si è registrato un aumento di richieste di case con spazi esterni, giardino e metrature più ampie: una tendenza che sta continuando anche per il periodo delle vacanze estive, contrassegnato da nuove esigenze rispetto agli scorsi anni.
In tempi di emergenza sanitaria, dunque, i canoni di affitto delle case vacanze sul Lario, in genere più cari, si avvicinano a quelli del Lago d’Iseo e di Bracciano. Sul lago di Garda, invece, i prezzi si alzano, raggiungendo i 4mila euro in alta stagione a Salò e Lazise e i 2.800 euro a Desenzano.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.