Caso Spina Verde, la Guardia Nazionale: “Nessun abuso”

panorama Como spina verde e Baradello

La Guardia Nazionale risponde alle accuse di Civitas. Il gruppo consiliare di minoranza a Palazzo Cernezzi aveva sollevato dubbi sulla legittimità di un intervento nel territorio del Parco Spina Verde: al padrone di un cane senza guinzaglio – riferiva Civitas – un volontario della Guardia Nazionale che sarebbe stato munito di manganello aveva chiesto di esibire i documenti, minacciando sanzioni. «Nessun abuso è stato commesso – dice il presidente della associazione Guardia Nazionale  Franco Zerbato – Non è nostra facoltà elevare sanzioni. che essendo atti giudiziari sono in capo alla Polizia giudiziaria e non si comprende come “Civitas” possa accusare una nostra guardia di aver voluto compiere un atto che materialmente non avrebbe comunque potuto fare. E del tutto ingiustificata è l’affermazione relativa al “manganello” che è risultato essere una torcia elettrica».

Articoli correlati

2 Commenti

  • Avatar
    Carlo , 7 Febbraio 2021 @ 11:43

    Citando la norma “tra le armi delle quali è vietato il porto salvo le autorizzazioni, quando consentite dalla legge, del Prefetto e del Questore vi rientrano quelle come pugnali e simili, la cui destinazione naturale è l’offesa alla persona, come le cosiddette “armi bianche”, del quale è vietato in maniera assoluta il porto.”
    L’auspicio é una verifica da parte delle autorità!

  • Avatar
    Ale , 7 Febbraio 2021 @ 10:18

    Ah, quelle belle torce da 40 cm e con una discreta massa battente, utilissime nei boschi…di giorno.
    Ma per piacere…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.