Comocalor, Fratelli d’Italia chiede che il presidente giustifichi le inefficienze

perdita comocalor

Scoppia a Palazzo Cernezzi il caso ComoCalor. Il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia chiede che il presidente della società, cui il Comune di Como ha affidato il servizio pubblico di teleriscaldamento, riferisca su quelle che considera gravi inefficienze. «È trascorso un anno da quando il presidente di ComoCalor, Andrea Bernasconi, ha relazionato alla competente commissione consiliare di Palazzo Cernezzi in ordine alle cause dei guasti che avevano lasciato al freddo interi quartieri cittadini – scrivono i consiglieri di Fratelli d’Italia – Giustificazioni che, a distanza di un anno, non ammettono più indulgenza, stante la perdurante cantierizzazione della città con evidenti disagi per i cittadini».
Oltre al danno, dicono i consiglieri, ora c’è la beffa: «ComoCalor, causa ennesimi guasti, dovrà intervenire nuovamente su tratti stradali appena richiusi dopo interventi che si supponeva essere risolutori. Chiediamo che il presidente Bernasconi venga nuovamente convocato, e con urgenza, in commissione affinché spieghi i motivi dell’inefficacia dei recenti interventi, quali siano i reali problemi della società e della rete e quanto pesino sulle tasche dei comaschi queste palesi e fastidiose inefficienze».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.