Cassa integrazione, numeri contrastanti

Como dall'alto

Il sesto rapporto Uil del Lario sulla cassa integrazione nelle province di Como e Lecco rileva che la richiesta delle ore di Cig da parte delle imprese nel mese di giugno è diminuita rispetto al mese precedente. Ma se si considera invece il confronto tra giugno 2020 e giugno 2019 l’incremento delle ore è notevole. Numeri dai quali si evince lo tsunami emergenziale economico e sociale che sta vivendo il Paese a seguito del Covid-19.

A Como le cifre parlano di un -62% di ore di cassa integrazione totali nel confronto tra giugno e maggio 2020 ma addirittura di un +394% nel paragone tra il mese di giugno del 2020 e quello del 2019.

«Anche se è in frenata la richiesta della cassa integrazione nel mese di giugno rispetto al mese precedente, fatto dovuto alla ripartenza delle attività produttive, si conferma la drammatica situazione economica. A rischio ci sono numerosi posti di lavoro», dice il segretario Uil del Lario, Salvatore Monteduro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.