Città assediata dai pullman turistici: i vigili multano, ma mancano i posti

Pullman turistici zona stadio

Città di Como assediata dai pullman turistici. Non siamo ancora nel picco della stagione turistica, ma lo scorso fine settimana, in un sabato di un ponte lungo ecco che la città viene stretta nella morsa dei torpedoni. Più che nel weekend di Pasqua, Como è stata invasa da pullman posteggiati anche in sosta selvaggia. Gli autisti più corretti hanno parcheggiato il mezzo negli stalli blu, normalmente dedicati alla sosta delle auto, altri hanno invaso i marciapiedi.
È accaduto, ad esempio, in via Sant’Abbondio, a due passi dall’omonima basilica, dove tre pullman con targa straniera sono rimasti in sosta. Uno dei tre per diverse ore con due ruote sulla strada e due sul marciapiede. Esattamente come un automobilista che entra al bar per un caffè e – sbagliando – lascia l’auto un minuto sul marciapiede.
Nel primo pomeriggio l’autobus è stato sanzionato da una pattuglia della polizia locale. Gli agenti in servizio sono stati impegnati in un duro lavoro di regolamentazione dell’accesso e della permanenza dei pullman turistici, tra piazza Roma, la zona stadio e via Regina Teodolinda.
In via Regina, gli stalli dedicati alla sosta dei bus si sono subito riempiti. E così, alcuni autisti hanno proseguito oltre il cimitero monumentale, lasciando i pullman negli spazi blu, che dovrebbero essere occupati alle automobili.
L’emergenza è invece proseguita tutto il giorno di sabato nella zona Stadio – dove gli autisti dovrebbero solamente scaricare i passeggeri e poi liberare l’area – via Recchi, viale Vittorio Veneto e viale Sinigaglia sono così diventati un groviglio di autobus.
Se da una parte questo afflusso, al 27 aprile, è il preludio di una stagione turistica positiva, dall’altra il fenomeno va governato. Sicuramente multando gli autisti che lasciano il pullman in sosta selvaggia, ma al tempo stesso creando nuovi spazi di sosta lunga per i mezzi, perché l’area di via Regina Teodolinda nei periodi di punta evidentemente non basta più.
«Negli incontri che abbiamo avuto con le agenzie turistiche, le guide e i tour operator – spiega il comandante della polizia locale di Como, Donatello Ghezzo – abbiamo spiegato chiaramente che se gli autisti non trovano posto in via Regina devono uscire dalla convalle. Una delle aree indicate è quella della piscina di Muggiò, dove i pullman possono sostare tutto il giorno. In questi giorni, con il Luna Park, diventa tutto un po’ più complesso. Miglioreremo la segnaletica se necessario, ma in ogni caso i pullman non possono restare in piazza Roma e nella zona stadio», conclude il comandante.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.