Città dei Balocchi, si parte sabato in attesa di un piano del traffico
Città, Territorio

Città dei Balocchi, si parte sabato in attesa di un piano del traffico

Un centinaio di casette di legno disseminate in centro città. Le luci pronte ad accendersi sabato prossimo quando scatterà la 25ª edizione della Città dei Balocchi (si chiude il 6 gennaio). E prima del taglio del nastro ufficiale dovrebbe finalmente arrivare, nelle prossime ore, il tanto atteso piano del traffico studiato appositamente per limitare i disagi alla circolazione che ogni anno, inevitabilmente, accompagnano l’invasione di turisti e curiosi nel periodo natalizio. Un piano viabilistico che, a quanto accennato dal sindaco Mario Landriscina presente all’illustrazione dell’evento, dovrebbe prevedere alcune novità e non limitarsi come in passato a tariffe promozionali per chi lascia l’auto fuori dal centro.
Comunque, in attesa delle indicazioni viabilistiche, ci si è concentrati sullo sforzo organizzativo dell’evento che ha fatto crescere numero e location delle tradizionali casette natalizie che compariranno da quest’anno anche in alcune vie nuove come via Pretorio e Boldoni. Collocazione che ha fatto storcere il naso alla lista Rapinese e che sta facendo sorgere interrogativi sull’opportunità dell’operazione.
«Il nostro impegno è quello di diventare una città sempre più internazionale e ci stiamo riuscendo. Adesso sono gli altri che iniziano a imitarci. Inoltre è cresciuto anche il numero delle casette che ospitano associazioni di solidarietà», ha detto Daniele Brunati, patron della manifestazione. «Sulla collocazione delle casette va specificato che tutto è stato deciso in accordo con il Comune e con gli altri soggetti coinvolti», ha aggiunto Silvio Santambrogio, presidente dell’associazione “Amici di Como”.
Tanti gli appuntamenti in calendario per la 25ª edizione della Città dei Balocchi che avrà come tema della manifestazione quella del dono. A partire dal Magic Light Festival che con le proiezioni architetturali dall’alto valore scenografico e simbolico, trasformeranno la città in una galleria en plein air dall’atmosfera fiabesca, replicata grazie agli scatti che quotidianamente viaggiano sul web e sui social.
Poi, come detto, il mercatino di Natale con le sue tipiche casette, la pista del ghiaccio in piazza Cavour, le mostre e le animazioni per i bambini al Broletto, il Palio del Baradello, il Natale in divisa, il Progetto Scuola, gli spettacoli del mago Valery, il trofeo Città dei Balocchi, la musica nelle piazze, la Ruota panoramica ai giardini a lago. E i momenti clou con l’arrivo di Babbo Natale e della Befana con migliaia di doni per i bambini e i fuochi artificiali organizzati per il capodanno sul lago.
«L’evento garantisce ampia visibilità alla nostra città e da sempre evidenza attenzione anche per il mondo della solidarietà», ha detto il sindaco.

20 Novembre 2018

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto