Collegio Santa Chiara, candele alle finestre per solidarietà

Candela finestra

Una fiaccolata a distanza per sostenere e far sentire la propria vicinanza alle religiose e ai docenti del Collegio Santa Chiara di Muggiò risultati positivi nelle ore passate. È quanto hanno voluto organizzare, spontaneamente, le famiglie degli alunni dell’istituto che purtroppo non è stato risparmiato dal contagio.
E così domenica sera i genitori si sono accordati tra loro e hanno deciso di esporre, sui davanzali e nei balconi delle proprie case, candele, lanterne e lumini come segno di speranza e di incoraggiamento per quanti purtroppo sono stati toccati dal virus.
Nel collegio di Muggiò infatti sono stati individuati alcuni casi di positività tra le religiose e il personale. E dopo la notizia di quanto accaduto è immediatamente scattato il blocco delle lezioni all’interno del Collegio per consentire il tracciamento dei contatti e per sanificare gli ambienti. Stop dunque alle lezioni in presenza per due settimane e mezzo. Una precauzione necessaria per poter monitorare da vicino la situazione anche in considerazione del fatto che nella scuola ci sono circa 300 bimbi.
E così a tutti i genitori è arrivato un messaggio di spiegazioni. «Comunichiamo che a seguito di casi di positività verificatisi sia all’interno della comunità religiosa sia nell’ambito scolastico – si legge nel messaggio del Collegio – a partire da lunedì 23 novembre (ieri, ndr) ogni attività didattica in presenza è sospesa e anche quella on line per le classi seconde e terze della secondaria». Chiare le motivazioni: «La complessità dei tracciamenti di contatto e la gestione dell’organizzazione dei servizi connessi allo svolgimento delle lezioni, non permettono di garantire un servizio adeguato in sicurezza a ragazzi, insegnanti, personale e famiglie».
In conclusione è stata comunicata l’esecuzione di una sanificazione straordinaria del Collegio anche oggi – dopo quella di ieri – e un’ulteriore pulizia verrà poi realizzata prima della riapertura che attualmente è prevista intorno al 9 dicembre.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.