Como e la Lombardia restano in zona rossa, ma dopo Pasqua scuole aperte

Centro storico di Como e secondo lockdown. Controlli della polizia di Stato.

Zona rossa confermata fino a Pasqua per Como e tutta la Lombardia, ma al termine della vacanze pasquali riapriranno le scuole, indipendentemente dal colore della Lombardia stessa.
L’annuncio è stato dato dal presidente del consiglio, Mario Draghi, che ha ribadito come garantire la didattica in presenza sia uno dei principali obiettivi del governo in questa emergenza pandemica.

Fino a Pasqua intanto rimangono dunque in vigore le restrizioni adottate in queste ultime settimane. Gli spostamenti sono vietati anche all’interno del proprio comune salvo che per motivi di salute, lavoro o necessità, muniti di autocertificazione. L’attività sportiva è consentita all’aperto e in forma individuale. Niente visite a parenti e amici salvo che per comprovate e gravi situazioni di necessità. Chiusi bar, ristoranti, dove è consentito l’asporto, e negozi, tranne i punti vendita di generi alimentari o di prodotti considerati essenziali, come farmacie, edicole, tabaccherie.
Dopo le feste le lezioni torneranno in presenza fino alla prima media anche in zona rossa.

“Si conferma la decisione di riaprire fino alla prima media – ha detto Draghi – Il ministro Bianchi sta lavorando perché questa riapertura avvenga in modo ordinato e in alcuni casi sarà possibile effettuare dei test. Parlare di azione estensiva secondo me è un’esagerazione”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.