Como, nuove risorse per la volata finale

Como-Pontedera 4-2 Gabrielloni

Una gara che non solo ha fatto uscire il Como da un tunnel, visto che i lariani erano reduci da due sconfitte consecutive. La vittoria di sabato scorso contro il Pontedera ha anche fatto emergere una serie di giocatori che per vari motivi in tempi recenti avevano avuto meno spazio o che attraverso i gol sono usciti da una fase poco brillante.
A cinque giornate dalla fine del torneo nel girone A – sei per i lariani che devono recuperare la trasferta di Olbia – tutto conta. E con alle spalle un Alessandria che in questa fase pare incontenibile (i “grigi” sono in ogni caso a tre punti dalla capolista Como, con una sfida in meno), ogni tassello assume grande rilievo nel lavoro di costruzione del mosaico che raffigura la promozione in B. Un obiettivo che mister Giacomo Gattuso ha ormai dichiarato palesemente senza troppi giri scaramantici.

Sabato scorso nel match terminato 4-2, oltre al bomber Massimiliano Gatto hanno segnato Alvin Daniels, Lorenzo Rosseti e Alessandro Gabrielloni.
Per Gatto la rete è una abitudine (con 13 realizzazioni è capocannoniere del girone A), per gli altri la valenza ha vari significati. Per Alvin Daniels – seppure con l’involontaria collaborazione del toscano Francesco Benassai – il gol è stato il suggello a una prestazione ad altissimo livello sula fascia destra. Per tutta la gara l’olandese è stato una spina nel fianco degli avversari.
L’aver perforato la porta avversaria ha poi sbloccato due attaccanti che stavano vivendo un periodo di crisi. A Lorenzo Rosseti non accadeva dall’aprile del 2019 ad Alessandro Gabrielloni, nella foto, da un paio di mesi.
Per il primo hanno influito problemi fisici, per il secondo si trattava di una fase di crisi e di nervosismo – lo ha testimoniato anche l’esultanza decisamente grintosa – che è stata superata insaccando il pallone del momentaneo 3-1 su un calcio d’angolo calciato da Tommaso Arrigoni. Quest’ultimo – che nell’attuale stagione ha avuto meno spazio del previsto – si sta rivelando sempre più una risorsa preziosa. I suoi calci da fermo nei dintorni dell’area avversaria, punizioni e angoli appunto, sono motivi di apprensione per i calciatori delle altre squadre.
Altri due elementi che sono stati messi in difficoltà dagli infortuni, ma che ora stanno dando un solido apporto, sono i difensori Davide Bertoncini e Nicholas Allievi.


Tutte frecce in più per l’arco di mister Gattuso, dopo il calo di energie, dovuto anche alla carenza di alternative, che ha condizionato la recente fase degli azzurri. Il segnale giunto dal match casalingo con il Pontedera, al di là dei tre punti in classifica, è forte è chiaro anche su questo fronte per un Como che ha rialzato la testa in vista della volata finale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.