Henkel, è un muro totale: «Silenzio da Düsseldorf»

La sede della Henkel di Lomazzo

Il mese di giugno si avvicina e purtroppo le notizie sul futuro della Henkel, che chiuderà i cancelli definitivamente proprio per quella data, non sono buone. Anzi. Da Dusseldorf, sede della multinazionale tedesca, non sembra infatti esserci alcuna intenzione di intavolare trattative sul futuro del polo d Lomazzo.
«Qualche minuto fa – ha spiegato ieri nel primo pomeriggio il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Raffaele Erba – ho avuto modo di parlare con il console Pierluigi Ferraro e le prime notizie non sono per niente positive. Il console si è recato presso la sede della casa madre di Henkel a Düsseldorf per incontrare la dirigenza e per cercare di avviare un’interlocuzione con i vertici della società. Purtroppo ha trovato un muro alzato per escludere l’avvio di ogni possibile margine di trattativa e di dialogo».
Erba si dice «stupito e amareggiato da questo atteggiamento di totale chiusura da parte della direzione generale di Henkel, che – aggiunge – non fa altro che confermare ulteriormente la pessima gestione di questa grave crisi aziendale da parte della proprietà».
Il consigliere pentastellato ha chiesto ora l’intervento del ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, affinché quest’ultimo faccia pressioni con la dirigenza tedesca per poter aprire un dialogo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.