Como piange l’avvocato Luigi Fagetti

Luigi Fagetti

Como piange l’avvocato Luigi Fagetti, persona colta ed elegante, da sempre attivo anche nel mondo della cultura e dell’associazionismo. È il figlio Stefano, che ne ha seguito le orme nello studio in centro Como, a darne notizia sul suo profilo Facebook. «Ciao papà, hai vinto anche l’ultimo processo, restando lucido e sereno sino alla fine. Con la tua saggezza non poteva che essere così. Ci mancherai sempre…», scrive.

Nato a Como, classe 1933, Luigi Fagetti si era laureato alla Cattolica e aveva iniziato l’attività forense nello studio del senatore Lorenzo Spallino, diventando poi socio del figlio Antonio. Nel 1987 aveva aperto un proprio studio, dove ha fatto ingresso nel 1992 il figlio Stefano. Fin dai suoi esordi si è dedicato a studi di legislazione doganale, valutaria e fiscale, settori in cui ha dato dei contributi scientifici. Seguì come legale anche la liquidazione del Banco Ambrosiano e fu parte del collegio difensivo dell’Enel nel processo di Vibo.

Nel Comasco verrà ricordato anche per il suo impegno in diverse associazioni per favorire la crescita culturale della città (è stato presidente dell’Associazione ex Alunni Collegio Gallio). Negli anni Ottanta fu anche apprezzato opinionista di “Espansione Tv” e collaboratore saltuario dei quotidiani cittadini “L’Ordine”, “La Provincia” e “Corriere di Como”.

L’ultimo domani sarà celebrato domani alle 14 nella basilica del Crocifisso.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.