Como può tornare a pregare il suo Crocifisso

Crocifisso di viale Varese

Da domani a domenica esposizione straordinaria anche notturna. In diretta su Etv, la celebrazione di sabato in Duomo con l’ordinazione sacerdotale e di domenica, alle 10, nella Basilica del Crocifisso

Da domani a domenica 13 settembre i fedeli potranno tornare a pregare il Santissimo Crocifisso di Como.
«Sarà un tempo di preghiera prolungato a cui tutti sono invitati – spiega il priore del Santuario di viale Varese, padre Enrico Corti – Non ci è stato possibile vivere la Settimana Santa, ma il Crocifisso non ha mai lasciato solo nessuno». Saranno tre giorni intensi che si apriranno alla presenza del preposito generale dei Somaschi, padre Josè Nieto, e si chiuderanno con il Vescovo monsignor Oscar Cantoni, alla vigilia della solennità dell’Esaltazione della Santa Croce. La Basilica resterà aperta ininterrottamente, anche durante la notte, per consentire a tutti di pregare e di recarsi ai piedi del Crocifisso. Parrocchie e comunità pastorali si alterneranno nell’animazione della preghiera. Nel rispetto delle indicazioni igienico-sanitarie per il contenimento del Covid, non sarà possibile né baciare né toccare il Crocifisso. Oggi, alle 18.45, la Santa Messa sarà presieduta da padre Nieto e, dopo il Vangelo, ci sarà l’esposizione del Crocifisso. Sabato 12 settembre verranno celebrate le Sante Messe alle ore 7, 8 e 11. Alle 17.30 la preghiera del Rosario e, alle ore 18, la Santa Messa. Sempre domani, alle 10, in Cattedrale a Como, saranno inoltre ordinati sacerdoti don Luca Giudici e don Gianluca Salini. La cerimonia sarà trasmessa in diretta su Espansione Tv, canale 19 del digitale terrestre. Così pure la Santa Messa di domenica 13 settembre delle ore 10, con la supplica al Crocifisso. L’esposizione straordinaria si chiuderà alle 20.30 di domenica con i Vespri Solenni presieduti dal vescovo Cantoni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.