Como, ripresa del lavoro per il finale di stagione

Como Alessandria promozione in B

Ripresa degli allenamenti ieri per il Como allo stadio Sinigaglia. Gli azzurri sono tornati al lavoro in vista dell’ultima giornata di campionato – domenica prossima la sfida di Novara – e poi per il successivo appuntamento con la Supercoppa di serie C, il trofeo che mette a confronto le vincitrici dei tre gironi della Lega Pro.
Un allenamento a ritmo piuttosto blando, dopo la conquista della promozione in B, con la vittoria di domenica scorsa contro l’Alessandria. Nella trasferta in terra piemontese che chiuderà la regular season, nella formazione lariana non potranno scendere in campo il difensore Matteo Solini e Alessandro Bellemo, squalificati per un turno per somma di ammonizioni.
Un match, quello di Novara, che a questo punto per il Como non ho più grande valore, mentre per gli avversari la posta in palio sarà molto pesante, visto che i padroni di casa inseguono un posto nei playoff di fine stagione, anche se il loro destino dipenderà pure dai risultati delle antagoniste. Proprio il Novara, peraltro, è la società in cui per anni hanno lavorato per anni il direttore generale del Como, Carlalberto Ludi, e l’allenatore Giacomo Gattuso. E in molti ricorderanno, nel 2005, le lacrime dello stesso Gattuso sotto la curva dei tifosi lariani: quel giorno aveva infatti guidato i piemontesi alla salvezza nei playout, a discapito della formazione della sua città, quella in cui era cresciuto e di cui era stato capitano e bandiera.
Ora, 16 anni dopo, le parti si sono invertite, tante cose (e soprattutto dirigenze) sono cambiate e il mister degli azzurri ha in qualche modo chiuso un cerchio portando in B la sua squadra del cuore.
E proprio da Novara, sul sito ufficiale del club, dal direttore sportivo Mauro Borghetti sono arrivati gli omaggi al Como e alla sua impresa. «Mi sono complimentato con Giacomo Gattuso per quanto fatto in questa stagione – sono le sue parole – È una persona con cui ho lavorato per nove anni; insieme ci siamo tolti parecchie soddisfazioni sia a livello di squadra che di valorizzazione dei giovani. Il fatto che abbia raggiunto questo traguardo non può che confermarne le ottime qualità».
Sulla partita di domenica prossima Borghetti ha aggiunto: «Sarà complicata, giochiamo contro una squadra forte che si è appena laureata campione non per caso. Ma non per questo il Como verrà a Novara senza provare ad ottenere un risultato positivo. Dovremo essere molto bravi noi per riuscire ad ottenere i tre punti che ci consentirebbero di tentare di agganciare un posto utile per i playoff. Mancano 90 minuti, è giusto provarci fino all’ultimo, anche se sappiamo che non dipenderà solo da noi».
Sul Lario, intanto, non diminuisce l’entusiasmo per la vittoria degli azzurri in campionato. Nelle ultime ore è stato registrato un aumento delle vendite nel negozio con i gadget ufficiali allo stadio Sinigaglia: le richieste maggiori sono state per le maglie, sia quella celebrativa – bianca con la scritta “Let it B” indossata domenica scorsa dopo il match con l’Alessandria, sia quella ufficiale blu royal con le onde del lago sul petto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.