Conclusa la discesa dagli alpeggi, Coldiretti punta i riflettori sulla transumanza

Coldiretti

Con l’inizio del mese di ottobre, si è completata la demonticazione degli alpeggi delle province di Como e Lecco, ossia lo spostamento della mandria dai pascoli della montagna a quelli della pianura: mandrie e greggi sono tornate quindi in fondovalle o nelle stalle a media costa. Come in passato, in molti casi hanno percorso decine di chilometri insieme agli allevatori e sono state salutate da centinaia di cittadini che le hanno accolte durante il tragitto.

“La transumanza non è solo rito che si perpetua nel tempo, ma una risorsa imprescindibile per l’economia agroalimentare e la tradizione casearia delle due province lariane” sottolinea Fortunato Trezzi, presidente di Coldiretti Como Lecco. Per il quale la transumanza è “un filo di collegamento tra passato e futuro – conclude Trezzi – assicurato dall’impegno di molti giovani che scelgono di continuare l’attività di famiglia o, addirittura, di intraprendere ex novo un lavoro che è, certamente, anche una scelta di vita a contatto con la natura e la montagna, consapevoli dell’importanza di tramandarne tradizione e memoria”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.