Coronavirus, Zoffili: «Controlli anche nelle stazioni»

Zoffili durante l'audizione del ministro Roberto Speranza

«Abbiamo potuto apprezzare l’impegno del Ministero della Sanità, ma emergono tuttavia preoccupanti criticità legate ai luoghi di maggior transito e flusso di persone, stazioni ferroviarie in primis e confini di terra». Così Eugenio Zoffili, deputato Lega e Presidente del Comitato parlamentare di controllo sull’attuazione dell’accordo di Schengen ha commentato l’audizione del ministro della Salute, Roberto Speranza in Commissione bicamerale.

« Non basta infatti limitare i controlli a porti e aeroporti – ha aggiunto Zoffili – per poter garantire adeguata prevenzione e sicurezza sanitaria nei punti più sensibili del sistema di difesa dei nostri confini il Governo non deve trascurare nessuna opzione, compresa l’istituzione di presidi di controllo nelle stazioni ferroviarie e la sospensione temporanea del Trattato di Schengen per il tempo necessario a gestire l’emergenza»

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.