Covid, contagi e incidenza in calo. Nelle scuole 12 casi

Test salivare salivari

Incidenza e nuovi contagi in calo in provincia di Como, mentre sono 12 i casi registrati nelle scuole e 15 complessivamente le classi in quarantena.
«Numeri incoraggianti», come sottolinea Giuseppe Catanoso, direttore sanitario di Ats Insubria, nel bilancio settimanale sull’andamento della pandemia diramato dalla stessa Ats.
Nella settimana dal 30 settembre al 6 ottobre i nuovi contagi sono stati 106 e l’incidenza è di 18 casi ogni 100mila abitanti. Nella settimana precedente, dal 23 al 29 settembre, i casi erano stati 127 con 21 positivi ogni 100mila abitanti. Il dato peggiore, 31, è quello della zona di Lomazzo e Fino mentre il migliore, 11, si registra nel medio Lario. L’indice di trasmissibilità resta sotto la soglia di 1.
Per quanto riguarda il dato della diffusione del contagio rispetto all’età registrato dal 26 settembre al 2 ottobre, la fascia con maggior positivi è quella compresa tra i 25 e i 49 anni, seguita da quelle dei minori di 18 anni.
Tra i non vaccinati si contano 4,2 casi ogni mille abitanti, numero che scende a 0,86 tra le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Un dato, questo, che evidenzia, se ancora ce ne fosse bisogno, l’importanza della vaccinazione nella prevenzione della diffusione del virus.
Al momento resta sotto controllo anche la situazione delle scuole. Nell’ultima settimana i casi sono stati 2 in nidi e scuole dell’infanzia, 6 alle elementari, 3 alle medie e 4 alle superiori, per un totale di 275 tra alunni e operatori scolastici in quarantena.
«L’andamento dell’epidemia ci fa ben sperare per la sciarci alle spalle questo anno terrificante trascorso», le parole di Giuseppe Catanoso. Che aggiunge: «La vaccinazione funziona, basta vedere i dati rispetto all’ottobre del 2020: non c’è quell’aumento di casi a cui avevamo assistito lo scorso anno nello stesso periodo».
Per quanto riguarda le problematiche legate al ricevimento del Green pass, Ats Insubria, alla data di ieri, ha ricevuto sul proprio sito 6.888 segnalazioni. Ne sono state elaborate 5.557 e 1.331 sono ancora in fase di risoluzione.
La campagna antinfluenzale
Giuseppe Catanoso è tornato a sollecitare l’adesione alla vaccinazione anti Covid e anche alla campagna antinfluenzale. È infatti possibile ora ricevere l’iniezione abbinata, anti Covid e antinfluenzale e a breve scatterà anche la campagna tradizionale contro l’influenza, con il coinvolgimento dei medici di medicina generale.
«Regione Lombardia ha già promosso la possibilità di effettuare il terzo richiamo e l’antinfluenzale abbinati insieme – spiega Catanoso – l’associazione porterà più protezione alle persone anziane, quelle maggiormente esposte, non dimentichiamo che anche l’influenza può avere effetti tragici sui più fragili».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.