Covid, i numeri nel Comasco: crescita “zero” nel contagio, ma si contano altri 11 morti

Covid tamponi Como

Altri 11 morti in appena 24 ore, per un totale di 1.553 decessi in provincia di Como dall’inizio della pandemia. Nonostante (come anticipato ieri) le curve siano in diminuzione, non si può certo abbassare la guardia e il numero delle croci quotidiane purtroppo ce lo ricorda. In Lombardia, i morti sono stati invece 78, per un dato complessivo di 26.172. La strage del Covid-19, insomma, continua. La situazione del contagio, come detto, presenta però dei segni di schiarita. Venerdì avevamo parlato di una curva di crescita che sembrava arrestarsi, e ieri è arrivata la conferma: la provincia di Como ha fatto registrate nelle ultime ore la crescita zero in merito alla variazione di aumento dei positivi calcolati sui sette giorni e non quotidianamente. Insomma, dopo giorni di incremento, i nuovi contagiati su 100 mila abitanti, raffrontando le ultime due settimane, hanno fatto registrate un +218 ma con una crescita percentuale rispetto ai sette giorni precedenti dello 0%. Primo fondamentale risultato per sperare in un miglioramento della situazione. La conferma di uno spiraglio di luce, era già arrivata dai numeri delle chiamate al 118 per problemi respiratori, che dopo il picco post natalizio era tornata ad assestarsi sotto le 70 chiamate al giorno nelle aree di Como, Varese e Lecco. Insomma, rispetto al recente passato al momento la situazione sembra più tranquilla anche se la provincia lariana, nel panorama regionale, rimane la peggiore dietro a Mantova (che ha però +289 casi ogni 100 mila abitanti sempre calcolati sui sette giorni).
Passando ai dati quotidiani, che presi da soli non sono attendibili, ieri a Como si sono registrati 165 nuovi positivi, mentre in Lombardia sono stati 2.134 su un totale di tamponi di 35.317 (percentuale di positività del 6%).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.