Covid, sono stati 737 i nuovi contagi nel Comasco

Zaia

Aumentano ancora i test anti-Covid e crescono, inesorabilmente, pure i contagiati, anche se – per fortuna – il rapporto tra positivi e tamponi si mantiene sotto il 20%. Nelle ultime 24 ore in Regione sono stati fatti 55.636 test, i nuovi positivi sono stati 10.634 (il 19,1%), i guariti o dimessi 2.040. In provincia di Como i nuovi contagi sono stati 737 e 12 le vittime. Il totale dall’inizio della pandemia sale così rispettivamente a 18.505 contagiati (il 3,09% della popolazione residente) e a 798 decessi.
Secondo l’analisi settimanale del consigliere regionale del Pd Samuele Astuti, ricercatore della Liuc di Castellanza e autore di un bollettino periodico in cui si dettagliano le cifre dell’epidemia in regione, «nelle ultime quattro settimane, le province lombarde dimostrano ancora tutte un andamento crescente e si possono dividere in gruppi a seconda della velocità della crescita rispetto al valore registrato quattro settimane fa: tra il 200% e il 300%, cioè 2-3 volte il valore di riferimento ci sono Lodi, Monza, Milano, Pavia e Sondrio; fra il 300% e il 400%, cioè 3-4 volte il valore di riferimento. sono collocate Bergamo, Brescia, Cremona e Lecco; oltre il 400%, cioè più di 4 volte il valore di riferimento sono invece Como, Mantova e Varese».
Purtroppo, come si vede, la nostra provincia è ancora in una fase “espansiva” dell’epidemia, seppure non esponenziale.
«Il numero dei casi positivi di quest’ultima settimana in Lombardia è stato di 61.644, circa il 10% più di quanto rilevato nella scorsa settimana (erano 56.122) e quasi il 43% in più di quella precedente (erano 43.180, e prima ancora 22.515 e 10.278): è evidente – scrive ancora Astuti – la progressiva riduzione dell’incremento esponenziale del contagio, a conferma della linearizzazione del trend (ci potrebbe indicare che siamo vicini al massimo dei casi positivi, dopo di che potrebbe finalmente iniziare un trend discendente)».

Covid Lombardia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.