Cresce la Cassa integrazione a Como

Lavoro metalmeccanico

«Una situazione difficile e preoccupante sia per l’economia sia per il mercato del lavoro nel territorio lariano». Il rapporto mensile della Uil di Como sulla Cassa integrazione, diffuso ieri dai dirigenti di via Torriani, traccia purtroppo un quadro non molto positivo. Il dato di crescita della stessa Cassa integrazione, +55,7% tra gennaio e luglio 2019 rispetto allo stesso periodo del 2018. Nel dettaglio, aumenta del 19,8% la richiesta delle ore di Cassa integrazione ordinaria e addirittura del 132,3% la richiesta di Cassa integrazione straordinaria. Come spiega il segretario generale della Uil Salvatore Monteduro nel report pubblicato ieri, «a pesare sulla crescita della richiesta di cassa integrazione nel periodo gennaio-luglio 2019 a Como è ancora e soprattutto il settore tessile con 1.327.922 ore totali, pari a un +39,8% rispetto allo stesso periodo del 2018. Ma è anche il settore metalmeccanico a farsi sentire, con 882.006 ore, +74,8% rispetto ai primi sette mesi del 2018». Lo studio della Uil del Lario rileva infine come la situazione di difficoltà sia maggiore a Como che nel resto della Lombardia, dove la cassa integrazione diminuisce in media del 5,2% nel periodo gennaio-luglio 2019 rispetto ai primi sette mesi dello scorso anno.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.