Da lunedì la Lombardia in zona arancione: la decisione dopo gli ultimi dati sui contagi

Esercito militari controlli

Da lunedì la Lombardia sarà in zona arancione. La decisione è stata presa dopo le ultime valutazioni dell’Istituto superiore di Sanità e la constatazione del fatto che la curva epidemiologica sta ricominciando a salire. Ecco allora scattare le nuove disposizioni. Nella nuova ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza, non sono previste zone rosse ma, da lunedì 11 gennaio, ci sarà il colore arancio in cinque regioni: Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Calabria e Sicilia. Per il resto d’Italia sarà invece zona gialla. Di fatto anche il week end in corso è contraddistinto, in tutta Italia, dal colore arancione. E allora ecco cosa è previsto fino al 15 gennaio: vige innanzitutto il coprifuoco dalle 22 alle 5. Ogni giorno, dunque, dalle 5 alle 22 sono ammessi gli spostamenti nel Comune senza autocertificazione mentre i movimenti tra comuni diversi della Regione sono ammessi, con autocertificazione per lavoro, situazioni di necessità e salute. Sono consentiti gli spostamenti dai Comuni con popolazione fino a 5mila abitanti, entro 30 chilometri dai relativi confini, ma con esclusione degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia. Rimangono vietati gli spostamenti tra Regioni, eccetto i casi richiamati. I bar e i ristoranti saranno aperti solo per l’asporto. I negozi al dettaglio saranno aperti, i centri commerciali chiuderanno nei giorni festivi e prefestivi. Rimangono infine chiuse le palestre e anche le piscine.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.