Darsena, via ai lavori. Lungolago subito dimezzato

altNuovo cantiere
Intervento per sostituire il ponte pericolante. A settembre chiusura totale

Avvio soft, ieri, sul lungolago, per il maxi-intervento di sostituzione del ponte sulla darsena. I primi interventi si sono tradotti nell’installazione della segnaletica di cantiere, nella delimitazione dell’area per le fasi preliminari dei lavori e, di conseguenza, nel sostanziale dimezzamento della carreggiata (occupata, nel lato verso il lago, dai new jersey in plastica e, nella parte opposta, dalle attrezzature di cantiere). Oggi inizierà la bonifica del sottosuolo, a cui farà seguito lo

spostamento dei cosiddetti sottoservizi (tubature, cavi, centraline) di Acsm-Agam prima e di Telecom nella seconda fase. La prossima settimana partiranno poi i lavori veri e propri con la realizzazione dei micropali a sostegno delle nuove fondazioni.
Fin qui, dunque, la “magra” scheda tecnica di quanto già accaduto. Ma è guardando in prospettiva che il cantiere – che costerà 500mila euro a Palazzo Cernezzi – può legittimamente suscitare qualche brivido per il possibile impatto sulla città.
Sebbene l’inizio di quest’ultima settimana agostana non sia ancora stato caratterizzato da traffico sostenuto, dalla prossima è prevedibile che la riduzione del lungolago da due a una corsia transitabile faccia sentire i suoi effetti sulla circolazione. Ma questo potrebbe essere soltanto l’antipasto del “piatto” ben meno digeribile che sarà servito ai comaschi quasi certamente entro la fine di settembre. Negli ultimi giorni del mese prossimo, infatti, il lungolago – tra piazza Matteotti e piazza Cavour – dovrà essere chiuso totalmente al traffico per una settimana circa. Sarà il momento clou della sostituzione dell’attuale ponte sulla darsena con le nuove strutture.
I riflessi sulla viabilità sono già facili da ipotizzare. Da un lato, il traffico che ora arriva su quel tratto di strada dalla Lariana e dall’asse via Manzoni-via Foscolo dovrà essere deviato altrove (quasi certamente di nuovo verso via Manzoni, dopo il giro della rotonda di piazza Matteotti).
Ma, soprattutto, per una settimana, a meno che il Comune non trovi soluzioni fin qui del tutto inedite, si rischierà una sorta di piccola beffa: proprio nei giorni in cui la pedonalizzazione di piazza Roma e dei Portici Plinio sarà messa alla prova, un fiume di auto potrebbe essere dirottato da via Manzoni, verso la stessa piazza Roma e infine su piazza Cavour, per poi sfociare nuovamente sul lungolago in direzione viale Rosselli. Si tratterà di pochi giorni, non più di una settimana stando agli annunci recenti dell’amministrazione, ma l’effetto si annuncia abbastanza curioso. E i disagi per il traffico pressoché sicuri.

Nella foto:
Pedoni mentre attraversano il lungolago all’altezza di piazza Cavour, un’operazione non semplicissima a causa delle numerose installazioni di cantiere (Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.