Dazi Usa, un danno per il latte comasco: l’allarme di Coldiretti. Da venerdì il Forum a Villa D’Este

Il presidente Donald Trump

I dazi Usa? Una minaccia diretta anche per l’agroalimentare lariano, con decine di prodotti che rischiano di essere colpiti dalla manovra statunitense. Lo denuncia la Coldiretti Como e Lecco in una nota in cui spiega come il Grana Padano, ad esempio, sia prodotto anche con il latte munto nelle stalle comasche e lecchesi.
La nuova black list del Dipartimento del Commercio statunitense (Ustr) entrerà in vigore il 18 ottobre.
«Le tariffe doganali per il Grana Padano vengono triplicate passando – spiega la Coldiretti – dal 15% al 40% sul valore del prodotto».
«Ora è necessario aprire la trattativa a livello comunitario e nazionale, dove una buona premessa al confronto sono le importanti relazioni con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump» afferma il presidente di Coldiretti Como Lecco, Fortunato Trezzi nel sottolineare l’esigenza che «vengano attivate al più presto forme di sostegno ai settori più colpiti e non coinvolti nel settore aerospaziale al centro della disputa sugli aiuti ad Airbus e Boeing che ha originato la guerra commerciale».
Coldiretti Como Lecco è in allerta anche su fronte dell’Iva. «Ribadiamo la necessità di scongiurare ogni ipotesi di aumento. Dobbiamo prevenire atti che rischiano di generare una pericolosa spirale recessiva, che andrebbe a colpire irrimediabilmente le nostre imprese – prosegue il presidente Trezzi – Qualsiasi forma di aumento, anche differenziata, porterebbe ad una riduzione dei consumi con il rischio reale di compromettere le opportunità di crescita anche nel nostro territorio».
Intanto, nei campi è deflazione con la frutta, dalle albicocche alle pesche, pagate ai contadini il 30% in meno rispetto allo scorso anno.
Tutti temi che entrano prepotentemente anche nell’agenda dell’edizione 2019 del Forum Internazionale dell’Agricoltura e dell’Alimentazione, organizzato dalla Coldiretti con la collaborazione di The European House – Ambrosetti a a Villa d’Este a Cernobbio dall’11 al 12 ottobre. Il Forum è l’appuntamento annuale per l’agroalimentare che riunisce i maggiori esperti, opinionisti ed esponenti del mondo accademico, nonché rappresentanti istituzionali, responsabili delle forze sociali, economiche, finanziarie e politiche nazionali ed estere.
L’edizione di quest’anno si apre con un focus sull’economia circolare e le dimostrazioni pratiche delle esperienze piu’ innovative delle imprese agricole. Spazio anche alla “Svolta green degli italiani” che sarà presentata dal presidente nazionale della Coldiretti, Ettore Prandini. Venerdì pomeriggio il focus sull’impatto dei dazi Usa sulle imprese ed i rischi per il Made in Italy e sessioni di approfondimento dedicate a legalità, autonomie  e rapporti di filiera nell’agroalimentare. Specifiche sessioni anche sulle forme emergenti di distribuzione commerciale, alle politiche per l’Europa e alla Brexit.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.