Decreto sicurezza bocciato dai giudici comaschi

Tribunale di Como, palazzo di giustizia

Dopo Bologna, Firenze e molte altre sedi giudiziarie, anche il Tribunale di Como boccia il decreto sicurezza sul punto relativo all’obbligo di iscrizione all’anagrafe dei richiedenti asilo.

Le norme in tema di immigrazione, spiegano i magistrati lariani, non sono sufficienti a decidere sulla richiesta di un cittadino straniero che già risiede sul territorio. La valutazione va fatta caso per caso.

Tutti i dettagli sull’edizione di domani del Corriere di Como.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.