“Donacibo”, studenti comaschi a scuola di solidarietà

altSocietà e salute
La prossima settimana torna la raccolta di generi alimentari per le famiglie bisognose

Libri, quaderni e astucci. Ma anche biscotti, tonno, olio e zucchero. Nello zaino di circa 30mila studenti comaschi, la prossima settimana trova spazio la solidarietà. Torna infatti Donacibo, la raccolta di generi alimentari da destinare a persone e famiglie in difficoltà che coinvolge le scuole del territorio lariano.
L’iniziativa, giunta alla sua ottava edizione, è promossa dal Banco di Solidarietà e conta quest’anno sulla collaborazione della Cisl Scuola. Tra i media partner dell’iniziativa benefica Corriere di Como ed Etv. Lo scorso anno, nelle scuole comasche erano stati raccolti

20mila kg di prodotti alimentari “solidali”, con oltre 28mila bambini e ragazzi coinvolti nel progetto.
Per questa edizione, sono circa 170 le scuole che hanno aderito al progetto, in programma dal 24 al 29 marzo. I ragazzi potranno consegnare a scuola biscotti e caffè nella giornata di lunedì, carne in scatola martedì, tonno mercoledì, olio giovedì, zucchero venerdì e pelati sabato. Il Banco di Solidarietà, attivo a Como da quasi 20 anni, promuove numerose iniziative per la raccolta di generi alimentari e può contare su circa 240 volontari. Lo scorso anno, ha assistito oltre 350 famiglie in difficoltà distribuendo 145 tonnellate di alimenti. Il coinvolgimento degli studenti, oltre a contribuire alla raccolta di cibo, ha un importante valore educativo.
«I nostri ragazzi spesso hanno tutto, anche il superfluo – dice la presidente del Banco di Solidarietà di Como, Sonia Bianchi – Non sono abituati alla cultura del sacrificio e del dono. Donacibo diventa così una grande occasione, anche a livello culturale, per imparare a essere vicini a chi è nel bisogno e per impegnarsi a evitare lo spreco di cibo, sperimentando che amare gratuitamente dà gioia. Per i bambini più piccoli è un’occasione per imparare la bellezza della gratuità e del saper donare, per i più grandi la possibilità di sperimentare il valore della solidarietà».
«L’iniziativa è di grande utilità, soprattutto considerando il momento critico per la crisi economica – dice Adria Bartolich, responsabile scuola della Cisl dei Laghi – Inoltre, il coinvolgimento dei ragazzi è un momento educativo di grande importanza. Per quanto ci riguarda, come sindacato dei lavoratori della scuola, siamo coinvolti sia in qualità di educatori che di persone che hanno scelto di aiutare chi ha più bisogno».
I ragazzi che aderiscono all’iniziativa la prossima settimana consegneranno a scuola il cibo, in base alle indicazioni ricevute. Gli Alpini della sezione di Como si occuperanno poi del ritiro degli scatoloni, che saranno consegnati nella sede del Banco di Solidarietà per poi essere distribuiti alle famiglie indigenti e in difficoltà sul territorio lariano.

Anna Campaniello

Nella foto:
Negli zaini degli studenti, la prossima settimana, finiranno anche i cibi in scatola da donare al Banco di Solidarietà

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.