Droga nelle mutande, carcere minorile per due baby-spacciatori

altLotta agli stupefacenti – I ragazzini sono stati fermati a Rebbio. Una volta arrivati anche i genitori, durante la perquisizione è spuntata la sostanza proibita
I baschi verdi della finanza hanno sorpreso un 16enne e un 17enne con la marijuana nascosta negli slip

Il più piccolo dei due ha solo 16 anni, l’amico raggiungerà la maggiore età tra pochi giorni. Gli uomini della guardia di finanza li hanno fermati per un controllo lungo via Varesina e hanno scoperto che i due giovanissimi avevano nascosto dosi di marijuana negli slip. Arrestati con l’accusa di spaccio, entrambi sono stati rinchiusi nel carcere minorile Beccaria di Milano. I baby spacciatori si sono mostrati tranquilli al momento dell’alt dei militari. I baschi verdi della compagnia della guardia

di finanza di Como erano impegnati in una normale attività di prevenzione e repressione dei reati. Erano a Rebbio quando hanno fermato i due ragazzini, che insieme percorrevano via Varesina diretti fuori città. I controlli dei militari hanno portato alla scoperta rispettivamente di 16,5 e 18 grammi di marijuana, droga che i due ragazzini avevano nascosto nella biancheria intima. Scoperta la droga, gli uomini delle fiamme gialle hanno deciso di procedere immediatamente con ulteriori controlli. Come prevede la normativa in caso di minorenni, sono stati contattati i genitori dei due ragazzini. In presenza degli adulti, le forze dell’ordine hanno quindi effettuato una perquisizione nelle abitazioni dei baby spacciatori.
Messi alle strette, i ragazzini avrebbero ammesso almeno in parte le loro responsabilità, fornendo alcune informazioni agli inquirenti. Entrambi sono stati arrestati e subito trasferiti nel carcere minorile Beccaria di Milano. L’inchiesta è coordinata dalla Procura dei minori del capoluogo lombardo, mentre la Procura di Como è stata coinvolta nelle indagini per le perquisizioni delle abitazioni.
Dopo l’arresto dei baby spacciatori, le indagini della guardia di finanza procedono in modo serrato per individuare i malviventi che fornivano la droga ai due ragazzini.
Gli uomini delle forze dell’ordine mettono in guardia dal rischio sempre maggiore che i giovanissimi siano coinvolti in attività illecite di questo tipo, allettati da persone senza scrupoli con la promessa di facili guadagni.

Anna Campaniello

Nella foto:
I baschi verdi della finanza mostrano la droga sequestrata ai due giovanissimi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.