E per Bruegel tornano sul Lario i musei viennesi

L’esposizione sui fiamminghi
L’abbraccio con Vienna torna d’attualità nella costruzione della prossima mostra di Villa Olmo. Dopo la collaborazione con il Museo del Belvedere diretto da Franz Smola per la mostra del 2008 dedicata a Schiele, alla Secessione e all’arte mitteleuropea, l’assessore alla Cultura di Como, Sergio Gaddi, è tornato a bussare alle porte delle ricche collezioni dei musei Liechtenstein e Kunsthistoriches della capitale austriaca, che già gli avevano concesso udienza e tele per la mostra su Rubens del 2010. Ora l’obiettivo è ottenere dipinti della dinastia Bruegel, maestri del Rinascimento fiammingo di cui quei musei pullulano (il Kunshistoriches possiede ad esempio un capolavoro assoluto e inamovibile quale La grande torre di Babele, autografo di Pieter Bruegel il Vecchio, realizzato con tecnica a olio su tavola nel 1563). Gaddi è già in contatto con Sylvia Ferrino, la nuova responsabile delle collezioni del prestigioso museo viennese.
L’evento dal titolo La Dinastia Bruegel terrà banco dal 24 marzo al 29 luglio 2012 e poi sarà in tournée all’estero (tranne la preziosa Crocifissione di Hieronymus Bosch, inedita, proprietà di un collezionista americano). Varcherà prima il Mediterraneo e poi l’oceano. Praticamente tutta la dinastia dei maestri fiamminghi sarà rappresentata: ci saranno una cinquantina di dipinti e una ventina di disegni di inestimabile valore di Pieter Bruegel il Giovane, Jan Bruegel il Vecchio, Jan Bruegel il Giovane, Abraham Bruegel, Ambrosius Bruegel, Philips Bruegel e, naturalmente, del capostipite Pieter Bruegel il Vecchio. Più dipinti di altri artisti minori della loro cerchia. Da agosto a ottobre la mostra sarà al Museo di Tel Aviv, poi andrà alla Galleria Nazionale di Praga fino a gennaio e nella primavera 2013 concluderà il suo itinerario mondiale a Miami.

Lorenzo Morandotti

Nella foto:
Particolare da un’opera di Pieter Bruegel il Giovane che sarà esposta a Como

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.