«È un chirurgo senza requisiti». Perquisito lo studio a Villa Guardia

Polizia di Stato

La squadra Mobile della Questura, venerdì della scorsa settimana – la notizia si è però appresa solo ieri – ha perquisito uno studio medico di Villa Guardia. Nel mirino sarebbe finito, dopo una indagine nata da una segnalazione giunta negli uffici della polizia, un medico chirurgo di 54 anni che in realtà, secondo l’ipotesi accusatoria, non avrebbe avuto i titoli per poter esercitare la professione. La vicenda ha portato all’apertura di un fascicolo per esercizio abusivo della professione di medico e chirurgo che è coordinato dal pubblico ministero Antonia Pavan.


Il medico, secondo quello che è stato ricostruito prima della perquisizione, avrebbe fatto prescrizioni ai pazienti senza tuttavia avere i titoli per poter esercitare la professione.
Per questo motivo gli uomini della squadra Mobile si sarebbero presentati nella villetta di Villa Guardia dove il medico chirurgo avrebbe praticato la professione e in questo contesto avrebbero recuperato un po’ di tutto, medicine ma anche bisturi, siringhe, un lettino per le visite e anche un blocchetto con in alto l’intestazione di medico chirurgo.


Di particolare interesse, per gli inquirenti, ci sarebbe anche una agenda con una fitta serie di appuntamenti che si tenevano in quello studio privato ma, secondo la Mobile, non autorizzato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.