Edilizia e Coronavirus, test gratuiti per gli oltre 3mila addetti lariani

Sistema qualificazione imprese. Sanzioni se reiterate violazioni

«Siamo stati i primi a fermarci, senza aspettare i decreti, siamo stati i primi a fornire al nostro settore mascherine e altre protezioni, ora vogliamo essere anche il primo settore economico della provincia di Como ad avere una fotografia reale del contagio tra il nostro comparto».  Così, il presidente di Ance Como, Francesco Molteni, ha annunciato ieri la firma di una convenzione che si concretizza in oltre 3mila test sierologici fatti a imprenditori e dipendenti dell’edilizia provinciale.
I test sono il frutto di un accordo con l’ospedale Fatebenefratelli di Erba. Verranno realizzati già a partire dal questa settimana sia nella sede di Ance, in via Briantea a Como, sia in ospedale.
«Si tratta di uno screening importante, di una dimostrazione di attenzione verso i nostri associati – dice ancora Molteni – Abbiamo esteso la possibilità di partecipare alla campagna anche ai fornitori delle nostre imprese. La partecipazione naturalmente non è obbligatoria, ma crediamo sia importante in questo momento poter lavorare in piena sicurezza da ogni punto di vista. Si tratta di un’azione che nasce dalla sinergia due istituzioni del territorio come Ance e Fatebenefratelli» conclude.
I test verranno effettuati attraverso un prelievo ematico per la ricerca degli anticorpi. L’obiettivo della convenzione è la tutela della salute dei lavoratori del settore, ma pure di clienti e fornitori. «Una preziosa fotografia per monitorare la situazione sanitaria del settore edile a livello territoriale, in base ad un campione molto rappresentativo» si legge nella nota di Ance Como.
«Credo che questo progetto dimostri come la nostra Associazione, con grande spirito di responsabilità, stia facendo quanto possibile per sostenere, in un momento molto complicato, le nostre imprese a cui sta, anzitutto, a cuore la salute dei propri lavoratori. Sono molto soddisfatto di questa iniziativa perché, con spirito di servizio e nell’interesse collettivo, dalla collaborazione tra due istituzioni del territorio, sarà possibile fornire un valido aiuto alle autorità sanitarie per la mappatura della diffusione del virus» dichiara ancora Molteni.
I costi per i test che vengono effettuati già a patire da domani, lunedì 25 maggio, verranno coperti completamente da Ance Como. La campagna è aperta per i titolari delle imprese e tutti i dipendenti, addetti e tecnici di cantiere ma anche impiegati e fornitori.
«In un momento così delicato vogliamo essere sempre più vicini ai nostri associati» conclude il presidente di Ance Como.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.