Erba: in casa ha mezzo chilo di “Kratom”, la droga con effetti simili all’eroina

Parte del materiale sequestrato

Ha terminato la giornata di Pasquetta litigando in modo pesante con il cognato. Uno scontro che non è passato inosservato, tanto che sul posto, quando era l’una, sono arrivati anche i carabinieri della stazione di Erba. L’intervento è stato però solo l’inizio dei guai, per un 25enne residente in via Prealpi, che è stato denunciato a piede libero per il possesso di stupefacenti. I militari infatti, appena entrati in casa, sono stati subito attratti dall’odore inconfondibile della marijuana, trovandone anche tracce sul tavolo della cucina. La lite tra i due cognati, tra l’altro rappacificata senza eccessive problematiche, a quel punto è passata però in secondo piano. I carabinieri della stazione di Erba hanno infatti controllato l’abitazione, trovando 25 grammi proprio di marijuana, otto piantine di canapa indiana, sostanza da taglio e, soprattutto, 500 grammi di una sostanza in polvere. Sull’etichetta dello stupefacente – che ora verrà analizzato – c’era scritto “mitragyna speciosa”, nota anche come “kratom”, in arrivo dall’Indonesia. Si tratta una sostanza vietata e catalogata come stupefacente: la “mitragyna speciosa”, insomma, deriva da un albero tropicale asiatico, si trova in commercio in diverse forme (dalle pillole pressate alla polvere appunto) e avrebbe sul corpo effetti psicoattivi simili agli oppiacei, agendo sia come antidolorifico, sia come stimolante e per alleviare la fatica. Viene però ritenuto altresì pericoloso, perché crea una forte dipendenza e viene spesso ritenuto pericoloso quanto l’eroina sia in termini di assuefazione (e crisi d’astinenza) sia come effetti collaterali. Lo stupefacente è stato posto sotto sequestro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.