Esonda il Lago di Como, fango e detriti in piazza Cavour

Como, detriti

Il lago esonda e la città viene invasa oltre che dall’acqua da detriti e sporcizia come mai si era visto in passato. Le operazioni di pulizia in corso, dopo l’ondata di maltempo dei giorni passati, è stata infatti bruscamente interrotta dalle ultime piogge che hanno fatto esondare il lago che ha trascinato con sé grandi tronchi e ogni altro tipo di rifiuto in procinto di essere portato via dai mezzi, come stava accadendo ormai da alcuni giorni. E così ieri mattina in piazza Cavour lo scenario era irreale con l’acqua a lambire la piazza, le auto deviate e detriti di ogni tipo a galleggiare in città. Oltre ai curiosi e agli stranieri intenti a scattare foto. Ulteriore complicazione dunque in un periodo di emergenza continua sul fronte maltempo. Facendo un passo indietro, il lago ha cominciato a salire nella giornata di mercoledì a causa delle fortissime precipitazioni e ieri mattina era in strada. Secondo i dati diffusi da Laghi.net, alle 19 di ieri, il livello del Lago di Como era pari a 141,4 centimetri – la soglia di esondazione è fissata a 120 – con una tendenza a salire. Tornando alla giornata di ieri, fin dalle prime ore dell’alba, secondo l’aggiornamento della Polizia locale di Como, sono iniziate le operazioni per la pulizia dei detriti mentre è stata chiuso completamente il Lungo Lario Trieste. Sono stati predisposti percorsi alternativi: verso Milano è consentito il transito sulle corsie preferenziali da via Sauro fino a piazza San Rocco. In direzione Cernobbio è permesso il transito in Ztl (varchi disattivati), da via Rodari a via Cairoli. Chiusa la diga foranea.
Intanto lunedì arriveranno i tecnici della Protezione civile per i sopralluoghi nei territori più colpiti dai violenti fenomeni temporaleschi delle ultime ore, nel Comasco e in altre zone della Lombardia. «La Regione anticiperà le somme per garantire il ripristino della sicurezza nei comuni più colpiti», dice l’assessore alla Protezione civile Pietro Foroni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.