Esondazione e cantiere paratie, i lavori non si fermano

Palancole di fronte a piazza Cavour

I danni provocati dal maltempo di questi ultimi giorni non hanno fermato i lavori per la realizzazione delle parati. «Grazie a chi opera all’interno del cantiere, si stanno limitando il più possibile i disagi a cittadini e turisti». L’intervento è di Massimo Sertori, assessore di Regione Lombardia a Enti locali, montagna e piccoli comuni, che dopo l’alluvione della scorsa settimana e l’esondazione del lago, che ha riversato in città tonnellate di detriti, ha fatto il punto della situazione sul progredire degli interventi che, a opera ultimata, serviranno proprio a difendere la città dalle esondazioni. I lavori dunque procedono «compatibilmente con la situazione eccezionale dell’esondazione. Dopo la consegna dei primi moduli delle paratoie, la loro installazione e montaggio negli alloggiamenti già predisposti, inizierà da Sant’Agostino». Proseguono anche i lavori sulla terraferma per il collegamento dell’impianto fognario delle acque bianche verso le vasche. E sono in corso le attività di riempimento con ghiaia della zona tra la passeggiata esistente e le palancole. «Si procederà anche con lo svuotamento dei primi due tratti di vasca “A” già perimetrati, in modo da potere iniziare con l’esecuzione delle strutture in calcestruzzo, quali soletta di fondazione e pareti in elevazione», spiega l’assessore. «A causa della forte ondata di maltempo dei giorni scorsi si sono registrati fenomeni importanti di esondazione del Lago di Como e di rigurgito di acqua e detriti sul lungolago e in piazza Cavour. Terminati i lavori miglioreremo la sicurezza idraulica della città, che ricordo essere l’obiettivo prioritario di questa opera», spiega Massimo Sertori che conclude con ulteriori dettagli tecnici dell’intervento in corso.
Intanto è in via di completamento l’infissione del palancolato – lato lago – verso piazza Cavour. Utile a delimitare l’area su cui realizzare poi la Vasca “A”. A causa delle difficoltà incontrate in fase di infissione del palancolato lato terra, invece, sono in via di definizione le modifiche per completare la delimitazione dell’area per la successiva realizzazione della Vasca “A”,
In base al bando va ricordato come siano previsti 1.030 giorni di lavoro per un ammontare di 13 milioni di euro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.