Espulso dall’Italia e pure dalla Svizzera: fermato dalla polizia di frontiera

Dogana di Ponte Chiasso, frontiera, confine con la Svizzera

Era irregolare per l’Italia, ed era irregolare pure per la Svizzera. Non solo: era stato espulso sia dalla Penisola, sia dalla Confederazione elvetica. Nonostante questo pare continuasse a fare avanti e indietro dal confine di Stato. Alla fine, la sua peregrinazione si è conclusa tra le mani della polizia di frontiera di Ponte Chiasso che l’ha individuato, fermato e arrestato. La questione – che in realtà risale a sabato scorso – è così approdata in Tribunale a Como dove è giunta la comunicazione di reato riguardante l’uomo, un tunisino, che è stato dunque processato per direttissima. L’accusa è stata messa nero su bianco dal pubblico ministero di turno, la dottoressa Alessandra Bellù. Il giudice monocratico ha infine accolto (al termine del “direttissimo” che si è tenuto ieri mattina nel palazzo di giustizia lariano) l’istanza di patteggiamento avanzata dalla difesa, quantificata in otto mesi che ora l’arrestato dovrà scontare al Bassone prima di tornare in patria.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.