Euro e franco svizzero, pochi scossoni: lo scenario del mercato dei cambi per la seconda parte dell’anno

Franchi svizzeri

La prima metà dell’anno, sul mercato valutario, si chiude con un franco svizzero ancora in leggera ascesa. Venerdì scorso la moneta elvetica ha scambiato contro euro a 1,06335. Una progressione minima rispetto alla settimana precedente – lo 0,11% – ma indice di una situazione che pare essersi stabilizzata.

Adesso, gli esperti e gli operatori del Forex si chiedono quale potrà essere la direzione che il cambio euro-franco svizzero prenderà nella seconda parte dell’anno.

Secondo gli analisti del gruppo Lombard Odier – istituto bancario ginevrino indipendente, fondato nel 1796 – autori di recente di un report interamente dedicato alle principali valute, da qui a dicembre il rapporto tra la moneta unica e la valuta elvetica dovrebbe restare «piatto» attorno a 1,05: sia per i rischi legati all’area euro e agli effetti della pandemia, sia per gli interventi della Banca Nazionale di Berna che continua ad acquistare euro per raffreddare il franco e a mantenere negativi i tassi d’interesse.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.